Vi invito al mio spettacolo: L’amore. Non si capisce

16422276_1201297259954562_148824694120507989_o
L’AMORE. NON SI CAPISCE

Per tutti i romanticoni, i disillusi, quelli in continua ricerca, quelli che non hanno più bisogno di cercare, quelli che manco morti, Luna’sTorta propone un percorso di educazione sentimentale con la sottoscritta, che vi condurrà per mano attraverso le mille inside che spuntano in questi giorni pre-sanvalentineschi.

“L’amore. Non si capisce” è un ironico e poetico pot-pourri di divagazioni più o meno letterarie, in cerca della risposta all’unica domanda che ha lasciato ammutoliti financo Piero e Alberto Angela: ma l’amore, cos’è?
La Lettrice Vis-à-Vis, sragiona con voi, affinché siate preparati. (La serata fa parte del ciclo propedeutico obbligatorio di preparazione a San Valentino)

Voi lo sapete? Non lo sapete? Credete di saperlo? Ancora meglio, non ve ne frega niente? Venite alla Luna’s Torta il 9 febbraio: sarete in ottima compagnia. L’AMORE. NON SI CAPISCE.
Monologhi, divagazioni, parole mie e di altri, soprattutto ironia e poesia (più la prima, lo ammetto), sull’argomento più abusato del mese.
La mia prima serata “da grande”.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo.
Potete dire quanti siete compilando il modulo sul sito della Luna’s Torta:
http://www.lunastorta.eu/wordpress/portfolio-item/chiara-trevisan-lamore-non-si-capisce/

Non-recensione: i “Cuori sgozzati” sono i nostri

1-c 2-c

#cecinestpasunecritique
Sono una donna fortunata. Perché, come dice Giorgio Olmoti che mi ha consigliato questo libro, “…c’è quello che c’è già e tutti lo trovano e c’è da andare e scoprire e un po’ ci vuole fortuna un po’ ci vuole tenacia”, e io faccio con tenacia un mestiere che mi fa trovare quello che c’è, ma soprattutto mi regala la fortuna di conoscere chi mi fa scoprire quello che mi sfuggirebbe.

“Cuori sgozzati” (Geek Love) di Katherine Dunn (Ed. Leonardo) è uno di quei libri che sei felice di aver trovato, e non vedi l’ora di far scoprire ad altri.
Un immersione nel bizzarro, crudo, amorevole, doloroso e spettacolare Favoloso Parco di Attrazioni Binewski vi lascerà con il giudizio sospeso, come il fiato. Mentre vi illudete di entrare nell’intimità della stravagante famiglia girovaga, tenete a mente le parole di Arturo, il Ragazzo Acquatico “La verità è sempre un insulto, o uno scherzo. Le bugie sono generalmente più gradite al palato. Per questo ci piacciono. La natura delle bugie è di piacere. la verità non si cura affatto del benessere individuale”.
Vi saranno utili, queste parole, mentre vi confrontate con normalità e mostruosità, avendo la presunzione di dichiarare dove collocarvi.
Vi aiuteranno a districarvi fra l’orrore e l’incredulità, per farvi abbagliare dall’incontenibile amore che filtra da ogni piega, piaga, pinna, gobba.
Il libro è fuori catalogo, ma se ne trovano ancora delle copie. Cercatelo, amatelo. Non se ne può fare a meno.

A Natale regala un Vis à Vis

regalo-lett

Da oggi nelle Librerie Luna’s Torta (Via Belfioe 50, To) e Libreria Linea 451 (Via Santa Giulia 40/a, To) e qui, facendone richiesta via mail, trovate il regalo unico da mettere sotto l’albero.
UN TE’ E QUATTRO CHIACCHIERE chiacchiere alla ricerca delle pagine che vi calzano come guanti.
Via Skype o nei locali indicati, come preferite.
Di persona o a distanza, come vi piace.
Qualcosa di veramente personale, lo sapete!

info e prenotazioni: lalettricevisavis@gmail.com

La piazza è virtuale. Se piove, così: skype vis-à-vis

foto-del-26-11-16-alle-09-25

Se piove in piazza, La Lettrice porta la piazza all’asciutto. Oggi, e tutti i fine settimana in cui il tempo è inclemente, si legge nell’agorà virtuale. Basta mandarmi un messaggio sulla pagina facebook (Vis à Vis – Chiara Trevisan) o via mail (lalettricevisavis@gmail.com) per incontrarmi, tutto il giorno, su SKYPE e farsi trovare/leggere la pagina giusta.
Proprio come dal vivo, vi faccio scegliere su un “catalogo” di idee, frasi, parole, facciamo due chiacchiere e poi leggo per voi. Un quarto d’ora, venti minuti vis-à-vis in barba al meteo.
Come fare a riempire il cappello e sostenere l’impresa? Facile: pay pal o un “pagherò” sulla fiducia (se siete di Torino).
Scrivete, io vi aspetto, leggendo un buon libro!

Te la do io, l’America

io-sono-charlotte-simmons

#cecineestpasunecritique
Tempo di elezioni. Da questa parte dell’Oceano scrutiamo con maggiore interesse lo zio Sam.
Cerchiamo di capire come, dopo due amministrazioni rette dal primo Presidente che ha (apparentemente) sfondato il muro della razza, a contendersi il trono siano Hillary e Donald, personaggi quanto più diversi possibile, tuttavia accomunati da una storia che fa del loro personale l’elemento più significativo e riconoscibile del dibattito.
Ma questi americani che si apprestano al voto, chi sono?
Per capirli, oltre ogni ragionevole dubbio, il romanzo di Tom Wolfe “Io sono Charlotte Simmons” (2004) è uno strumento illuminante.
Vi trovate l’immersione precisa, impietosa, completa nella comunità variegata di studenti di un’immaginaria Università d’élite, tra atleti rock star, proto-intellettuali aspiranti alla distinzione, eccellenza e apparenza, il vivaio di promesse/premesse che, in fondo, si risolve negli ultimi quattro anni in cui (forse) si potrà fare qualunque cosa senza subirne le conseguenze. Prima, dalla culla, il mito americano di poter essere artefici di se stessi. Dopo, fuori, la vita reale.
Nel mezzo, tutti gli ingredienti in movimento che ci permettono di capire perché gli americani siano contemporaneamente presuntuosi e insicuri, prepotenti e fragili, ambiziosi e ignoranti, eccellenti (pochi) e falliti (molti), razzisti e progressisti, feroci e sconfitti. Si intuisce, affiancando ascesa, caduta, riscatto e disfatta di questi giovani Ivy Leaguer, perché nel paese cresciuto a cereali e self made attitude, la società sia in realtà molto più bloccata, retrograda, povera di altre.
La lettura è gustosa, anche se il lavoro immenso sul lessico fatto da Wolfe si perde nella traduzione italiana (mi dicono gli anglofoni). La soddisfazione è grande. L’attualità è impressionante.
La Lettrice Vis à Vis consiglia caldamente, prima di Novembre.

“Mi si nota di più se…”

Festivaletteratura 2016

“…quiza nosotros somos las palabras que cuentan lo que somos” (E. Galeano)
Tra pochi giorni inizia Festivaletteratura. Chi mi segue lo sa, un grande amore. Inseguito, corteggiato, conosciuto intimamente prima di avere il coraggio di farmi avanti e propormi per un appuntamento. Incontrato, festeggiato, abbracciato, compenetrato e contaminato. Da lettrice a Lettrice, accompagnato per più di dieci anni.
Fino ad oggi. Quest’anno ci prendiamo una pausa, io e il mio grande amore.
Lui ha una ricorrenza da festeggiare, i suoi vent’anni, ed è giusto che si goda le luci dei riflettori. Io ho un equilibrio da ristabilire e altri affetti da nutrire, ed è giusto che recuperi la mia interezza.
Non ci siamo lasciati, sia chiaro. I grandi amori non finiscono, fanno solo lunghi giri e poi ritornano (citare Venditti si può, alla mia età si può, non esiste solo Tolstoj, non fate gli snob).
Quest’anno facciamo altro, per avere qualcosa di nuovo da raccontarci l’anno prossimo.

10 lettori per NNEditore: il “Panorama” della Lettrice

Giovedì 28 aprile, la Libreria Il Ponte sulla Dora ha ospitato un altro dei suoi originali incontri dedicati agli editori indipendenti. In questa occasione, i dieci lettori convocati per raccontare attraverso il loro personale punto di vista altrettanti titoli, si sono cimentati sul catalogo di una giovane, ma assai ben connotata, Casa Editrice: NNEDITORE.
Abbiamo spaziato liberamente all’interno della Stagione 2015 e della Serie ViceVersa, le declinazioni organiche per senso e composizione proposte dall’Editore, scegliendo ognuno il proprio titolo preferito. I ritratti restituiti dalla nostra visione hanno interessato, colpito e sorpreso perfino Alberto Ibba, venuto da NNE, che è stato lieto di trovare conferma alla linea seguendo le nostre parole.

La Lettrice Vis-à-Vis non poteva che scegliere di farvi affacciare sul “Panorama” di Tommaso Pincio.
Ve lo siete persi? Nessun problema, ve lo racconto qui, in “Un libro in 10 minuti”

Il mio libro è la strada

Foto (c) Andrea Grimaldi
Foto (c) Andrea Grimaldi

Credete sia un libro, ma è la strada la pagina su cui poso gli occhi.
Alzo lo sguardo e vi vedo.
Mentre vi cola il gelato, vi sale la gonna, un tacco si incastra e lui non vi guarda.
Mentre il bambino frigna e la sorella scappa e la domenica è interminabile.
Mentre l’amico commenta, il cellulare si lamenta, il venditore vi assedia e le vostre orecchie scottano anche a dicembre.
Mentre guardate lontano, alto sopra la folla, camminando a qualche centimetro da terra, circondati da abbracci invisibili, se non nella piega del sorriso che vi sfugge come un pensiero.
Mentre rubate uno scatto senza alzare lo sguardo, grattando la superficie senza vincere niente, e poi scappate con la coda del misfatto fra le gambe.
Mentre abbottonate più stretto il cappotto sulle spalle curve, per proteggervi da spifferi che soffiano da dentro, e trascinate i piedi, e avete borse pesanti, braccia sfinite, occhi spenti, ma andate avanti, nonostante tutto andrete avanti.
Mentre inciampate ogni istante in un pensiero, un saluto, una sorpresa, una buffezza, una domanda, una rivelazione, e scoppiate a ridere da soli all’improvviso.
Mentre vi amate, vi detestate, vi conoscete, vi riconoscete, vi isolate, pervicacemente vi ignorate, camminate, passate presenti davanti ai miei occhi.
Mentre non guardate niente o vedete tutto, io vi osservo, leggo, raccolgo, conservo.
Siete il mio libro migliore.
Foto di Andrea Grimaldi

A.A.A. offresi Lettrice on demand

LETTRICE PROFESSIONISTA
specializzata in
LETTURE E CONVERSAZIONI, PERCORSI LETTERARI PERSONALIZZATI
offresi per
incontri una tantum o continuativi

La Lettrice vis-à-vis è esperta nella scelta di testi e suggestioni per immersioni brevi o lunghe in paesaggi letterari di ogni genere. La sua specialità è trovare le pagine giuste per le persone giuste, e dare via a piacevoli conversazioni a partire da queste.

Ideale per:
ANZIANI amanti di passeggiate fra memoria e distrazioni, condivisione di ricordi e suggestioni comuni
STRANIERI che desiderino praticare la lingua italiana in modo originale e articolato, interagendo con i testi e approfondendo vocabolario, grammatica e sintassi a partire da contenuti coinvolgenti
BAMBINI e ADOLESCENTI con “poco tempo per leggere”, ma curiosità per le storie, soprattuto se personalizzate e consegnate da un’assistente virtuale direttamente sul proprio device, al momento giusto.
CURIOSI di ogni genere, più o meno avvezzi alla lettura, che ancora si chiedano se da qualche parte ci sia la storia giusta per loro.

Pensato per una persona alla volta, è adattabile anche per piccoli gruppi.

Flessibili e disponibili ovunque grazie al collegamento Skype, che ne moltiplicano possibilità e funzioni, i servizi della Lettrice possono essere richiesti anche a domicilio o in luoghi concordati.

Contattatemi con fiducia per studiare la proposta giusta per voi
lalettricevisavis@gmail.com

Cosa ti suona?

Guardano, leggono, sorridono, fotografano, a volte inciampano.

Poi mi cercano. A qualcuno è suonato un campanello.

Copia di piazza3Ian
Foto: Ian Deady

Brandelli di storie, alcune delle mie “zeppette” seminate nella Piazza, sono lette da chi le trova, senza sapere che le stava cercando.

Crisci campanelli
Foto: Giulia Crisci

Giulia Crisci passa in piazza. Si ferma, legge, restituisce così:
Condividere la voglia di strada con gli amici, il bisogno e la necessità di spazio(pubblico). Ecco i ponti indistruttibili. C’é chi la rende sentiero poetico d’inciampo, chi vi ricerca storie di militanza e comunitá, chi vi sperimenta possibilitá altre di scuola, di lavoro, di esistenza. Fanculo all’esistenza minima.”

Ernst, colto sul fatto, dall’Olanda manda il suo punto di vista, la sua soggettiva sull’installazione.

E voi? Cosa vi suona? Scopritelo con me in Piazza Carignano, nei prossimi fine settimana.
E se avete un campanello, anche rotto, da regalarmi: portatelo! Lo scambio con pagine di qualità.

IMG_2167

Segnalazione: per volatori

Ci sono libri che meglio di altri accompagnano il volo, quel particolare cambiamento di stato in luogo attraverso un paesaggio reso visibile dalle parole, percorribile dal suono, accettabile dalla comunione, pieno dalla rivelazione.
Questi libri, una volta entrati nel mio carretto ne diventano parte sostanziale e irrinunciabile, così come si prestano a fornire il loro supporto come zeppetta per ogni equilibrio da rigovernare per La Lettrice e i suoi ospiti.
IL POETA DELL’ARIA – Romanzo in 33 lezioni di volo” di Chicca Gagliardo è uno di questi libri.
L’autrice, venerdì 19 febbraio, torna a parlarne alla Libreria Kindustria (Matelica), a casa dell’Editrice HACCA che l’ha curata e diffusa con l’amorevolezza e l’attenzione che è noto dedica alle creature che accompagna.

Non sono solita fare segnalazioni, ma questa volta posso garantire che la serata non sarà meno che speciale.
Per farvi capire quanto posso illustrare l’effetto che le pagine del Poeta dell’aria hanno avuto nelle relazioni fra La Lettrice e gli ospiti del suo salottino da quest’estate, quando il libro ha fatto capolino.
Condivido questa galleria dedicata e la scheda del libro che ho realizzato, per farvi sporgere dal cornicione. Il resto del volo sta a voi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chicca Gagliardo, IL POETA DELL’ARIA (Hacca Edizioni)
INDICAZIONI: per vedere l’invisibile; per toccare l’intangibile; per colmare lo spazio delle solitudini; per dare corpo alla mancanza; per il volo
LA MIA LETTURA: 33 lezioni di volo destinate alla carta infrangendo una promessa, allo scopo di indagare oltre il visibile, di esplorare la vertigine, di dare sostanza al vuoto apparente che ci contiene. Per farne paesaggio e compagno di viaggio, per trascendere i limiti angusti dei propri confini, per non sentirsi frammenti, pesi, soli, giacché tali non si è: “Le distanze sono un abbaglio, noi siamo in un unico . (punto)”
Per saperne di più: HaccaEdizioni/PoetadellAria
LIBRERIA: inserito nel Catalogo de La Lettrice vis-à-vis per Festivaletteratura 2015

poeta dell'aria

IN ASCOLTO (mi propongo)

IMG_2120

E’ andata così: sono stata ospite di un’altra trasmissione radiofonica (Café Bleu su Radio RBE, a breve il post qui http://rbe.it/rbe-podcast/). Mi capita spesso e con grande soddisfazione condivisa.
Questa volta abbiamo tentato un esperimento: proporre agli ascoltatori un breve estratto del mio catalogo di Lettrice (“titoli” significativi che ho dato a idee pregnanti) e leggere in diretta la pagina giusta per ognuno di loro.
FUNZIONA! Tutti contenti, sembra. Io amo la radio e lei ricambia affettuosamente.
QUINDI: voi programmatori radiofonici cosa aspettate a lottare per avermi mezz’ora alla settimana? Qualcosa di così personale non l’ha mai offerto nessuno e sono disposta a fare anche il servizio di DEDICHE (roba che si usava già ai miei tempi da teenager).
Io, mentre aspetto le vostre proposte, scaldo la voce…

IMG_2121

Sentiamoci in Radio per un Café Bleu

Radio l

GIOVEDI’ 11 FEBBRAIO, alle ore 11, in diretta su Café Bleu di Radio RBE (www.rbe.it/cafebleu) c’è La Lettrice Vis-à-Vis.
Oltre alle consuete chiacchiere, una novità: vi propongo una micro-ricerca in tempo reale della pagina giusta per voi.
Scegliete tra le frasi che seguono quella che più vi attrae e inviate la scelta, con una breve motivazione,  via SMS e Whatsapp al 3396300192, o via mail a cafebleu@rbe.it
Risponderò ad alcuni di voi durante la trasmissione.

Ecco l’elenco:
L’amore senza una parola di troppo
Per non sentirsi soli
Una nuova identità
Cercare il mare
Amo i sentieri perché uniscono…
Elogio dell’incertezza
Punti e ponti di vista
Fieri di errare
Fiducia nell’assurdo
Il moto necessario
Buone notizie
Solo ciò che serve
Condivisione di sogni

Ci sentiamo domani!

A Natale regala un vis-à-vis

rega

State già pensando ai REGALI di NATALE, vero???
Non vi crucciate, la Lettrice si impacchetta per voi!
Tante proposte vis-à-vis (addirittura più di quelle inseribili nel pieghevole) per portarvi letteralmente a casa QUALCOSA DI PERSONALE o per fare il regalo che mancava.

piegh JPG

piegh pulito

Ce n’è per tutti i gusti, le distanze, i desideri, le occasioni (e le tasche).

Con una NOVITA’: rivolgetevi a me per la pagina giusta da regalare, quest’anno.
Volete un consiglio per il libro da regalare? Facciamo quattro chiacchiere, io vi ascolto e vi restituisco il titolo giusto per la persona giusta.
In cambio vi chiedo… un libro (vero, nuovo o usato non ha importanza), uno di quelli che sto cercando per completare il mio catalogo.

Per informazioni, consulenze, richieste, preventivi, conforto e quattro chiacchiere il mio indirizzo di posta elettronica è sempre accogliente lalettricevisavis@gmail.com

Diario: svegliarsi di/versi

Ho delle amiche. È una bella cosa. Capita che si chiacchieri, della vita, delle cose. Si parla e si maneggiano le parole. Si presta attenzione alle parole. Magari le si scrive, si gioca, tra un messaggio e l’altro, e giocando viene in mente una pagina, una poesia, un passaggio.
“Vado a prendere il libro e ti mando un messaggio vocale… Oh, troppo lungo per il minuto concesso dal Messanger… Allora Skype?… Lavori, rimandiamo… Adesso ho la figlia… Ti faccio un video?”.
Ridiamo, scrivendo sms o messaggi sul cellulare, del fatto che non sappiamo più immaginare il telefono per quello che è: uno strumento per chiamarsi e parlarsi, bon.
Passa ‘nuttata. Mi sveglio. Vedo il libro abbandonato sul tavolo.
Nuovo sms: “Buongiorno, se vuoi la tua poesia prima di andare a lavorare, chiamami”
Io ho delle persone, tante, amiche di lungo corso o transiti fugaci, con cui parlo attraverso le parole di altri.
Le mie giornate cambiano verso perché ogni conversazione, sorprendentemente, aggiunge un verso.
È una fortuna, per noi che ci stiamo parlando.

Parla con me.

Nota 1: implicita dedica con ringraziamento a Giulia Crisci
Nota 2: la poesia mattutina, emersa dalla conversazione, è Scusa se qualcuno questo lo chiama amore e io invece lo chiamo ‘era meglio avere del tonno’ di Arsenio Bravuomo (Miraggi Ed.)

arsenio

Appuntamento On air su Radio MBun

mbun

La radio mi chiama, la radio mi ama, la radio mi… sfama!
Stasera, alle 19.00, La Lettrice vis à vis torna on air masticando.
A Radio MBun e sotto l’occhio vigile della figliola che viene a indagare sulla madre mediatica, proverò a dire qualcosa di pertinente per chi è in coda in macchina, prepara la cena, aspetta il bus o l’aperitivo. Sarò l’oliva nel vostro martini. Anche io secca e non agitata.
All’interno dell’appuntamento settimanale del programma “Libroterapia” vi proporrò anche la mia personale Top5 di titoli, parole e frasi
Ci sentiamo stasera sul web!

La Lettrice vis-à-vis incontra i Lettori in Carretto

VENERDÌ 30 OTTOBRE dalle 10.00 alle 18.30
Rocca dei Rossi – San Secondo Parmense (Parma)

Un anno fa i piccoli Lettori In Carretto di San Secondo Parmense hanno cominciato a battere le strade carichi di storie da leggere ai passanti. Intrepidi, indomiti, minuscoli militanti della pagina ad alta voce, hanno trasportato le loro storie preferite tra i ciottoli per portarle a chi non sapeva di averne bisogno.
La Lettrice Vis-à-Vis non poteva lasciarseli scappare: fra carretti ci si intende!
Venerdì, tutto il giorno, in occasione di Libriamoci, la festa della Lettura ad alta voce è finalmente l’occasione per incontrarci.
Sarò con loro per raccontarmi con la mia piccola BIBLIO-BIOGRAFIA, lasciando che a dire chi sono, cosa faccio, come, quando e perché siano le pagine dei miei libri preziosi.
Allestirò il salottino vis-à-vis per intrattenere tutti gli ospiti che nella giornata presso la meravigliosa Rocca dei Rossi parteciperanno a “La voce é la realtà di una minima parola” – Festival di lettura ad alta voce.
Infine condurrò un workshop per i piccoli Lettori in Carretto, condividendo i miei preziosi segreti di lettrice vis-à-vis, per insegnare anche a loro a trovare “la storia giusta per la persona giusta”
Se passate nei dintorni di Parma, non fateveli scappare (loro e le incedibili maestre che li accompagnano): la parola è nelle loro bocche, nelle loro orecchie e… nel loro carretto!

Viva voce

Per chi si fosse persa la diretta dalla Luna’s Torta, ecco quattro chiacchiere fra la Lettrice vis-à-vis e Daniela Trebbi, su Border Radio per l’appuntamento con Radio Doggy Bag.
Tra un fagottino alle verdure e una meravigliosa torta alle nocciole, con la bocca piena (ma non ve ne accorgerete), si parla di libri, di incontri notevoli, di fughe rocambolesche, scoperte inquietanti e amicizie importanti. E anche di pulci, pensate…
Si sorride molto, si galleggia in superficie e si esplorano le profondità, come in ogni ottima relazione.
Buon ascolto!

Pausa pranzo “On Air”

Ci sentiamo in pausa pranzo?

Radio 2

Oggi, dalle 13 alle 14 si pranza alla Luna’s Torta, libreria con cucina di San Salvario (Torino), ai microfoni di RADIO DOGGY BAG.
Daniela Trebbi, la conduttrice della trasmissione, mi intervisterà e chiacchiereremo fra una portata e l’altra. Se siete a pranzo con noi potrete ascoltarci dal vivo.
Si parlerà della Lettrice, di vecchi e nuovi progetti, ma anche di Pulci (eh, queste le conoscete poco…), di spazio pubblico, anfratti personali,  scoperte e… coperte (l’inverno sta arrivando!)

Se non riuscite a venire di persona, il programma potete ascoltarlo DOMANI (giovedì) dalle 13 alle 14 su BORDER RADIO, e dalla prossima settimana in podcast.

Appuntamento con letteratura in movimento

Se Maometto non va alla montagna…

download

Sabato 10 e domenica 11 ottobre 120 Librerie indipendenti, antiquarie e di reminders scendono in strada e allestiscono la più lunga libreria d’Italia: PORTICI DI CARTA.
Con loro, 40 piccoli editori piemontesi e un programma di incontri, passeggiate letterarie e attività per ragazzi (programmaportici-di-carta-2015-mappa
La Lettrice vis-à-vis, pioniera e militante della letteratura portata in strada non poteva certo mancare. Non la trovate nel programma, ma potete facilmente intercettare il suo accogliente salottino tra Piazza San Carlo e Via Roma, SABATO dalle 14.30 in poi e DOMENICA dalle 10.00 alle 15.00

…e DOMENICA 11 dalle 16.00 il carretto con un catalogo speciale tutto in movimento si trasferisce al Hub Cecchi Point per accompagnare i CAMPIONATI DI CICLOMECCANICA 2015.

flyer-camp_04

Una bicicletta e l’arte di restituire in forma creativa e rinnovata il materiale esistente accomunano la Lettrice e la banda di appassionati che per una giornata si sfideranno nel trasformare ammassi di rottami in nuovi e originali veicoli a pedali.
Quali pagine accompagneranno i prodi nell’impresa? Dovete venire sul posto per sentirle, e per apprezzare di persona, partecipando all’asta dei pezzi realizzati, un motto universale: “SI – PUÒ – FARE!”

Festivaletteratura 2015: paesaggio vis-à-vis

Qualcosa di me, qualcosa di voi

(c)Daniela Trebbi
(c)Daniela Trebbi

Lascio Mantova carica di storie, scambi, visi e frammenti di vite altrui, che condivido qui con parole e la galleria di Facce vis-à-vis a Festivaletteratura 2015.
L’appuntamento sarà spero all’anno prossimo per festeggiare 20 anni di un Festival che ha contribuito a disegnare, su pagine sovrapposte di carta da lucido, un paesaggio articolato e unico: una città incantevole, la rivelazione e l’ospitalità di mondi spesso invisibili (i cortili, i palazzi, gli autori), l’aggregazione delle molecole (i lettori dispersi, infine riuniti), la circolazione del reale conciliato al virtuale (la carta si fa parola, senza dissolversi).
… continua a leggere

LA LETTRICE e FESTIVALETTERATURA: dove e quando

LA LETTRICE VIS-à-VIS A FESTIVALETTERATURA (Mantova)
da mercoledì 9 a domenica 13
10.3012.30 e 15.3018.30
è in
PIAZZA SORDELLO presso la TENDA DEI LIBRI

tenda dei libri

Ad accogliervi, il salottino itinerante sbarcato dalla bicicletta, il carretto con gli autori 2015 e il NUOVO CATALOGO di titoli, parole chiave e idee che La Lettrice ha composto per voi.
Oltre 450 suggestioni per trovare insieme la pagina giusta nel momento giusto!

PRENOTAZIONI
Vista la massiccia affluenza dell’edizione precedente, quest’anno sarà possibile effettuare un numero limitato di PRENOTAZIONI cui saranno riservati 45′ ogni giorno all’inizio delle sessioni. Già a partire da oggi, chi fosse interessato può mandare un messaggio privato sulla pagina fb, una mail o contattare in loco, da mercoledì, l’assistente della Lettrice, l’ottima Daniela Trebbi.

IMG_7717

L’anno scorso sono stati ospiti della Lettrice, sotto la tenda e a pochi giorni dall’inizio ufficiale del Festival, i promettenti ragazzi di Blurandevù. Ve li ripropongo come augurio: a prestissimo!

La Lettrice per Festivaletteratura: Bunker Diary

Da oggi, qui (I LIBRI della Lettrice) e sulla pagina facebook della Lettrice vis-à-vis, le mie schede dei libri catalogati per Festivaletteratura di Mantova. Vi propongo un piccola sintesi della mia lettura e un’indicazione per la destinazione d’uso, sorta di indicazioni terapeutiche se preferite. Nel solco del lavoro che sto conducendo, provo ad anticiparvi chi potrebbero essere, a mio avviso, gli ideali destinatari dei libri che incontro. Per completare il tutto, il link alla sinossi ufficiale, così il 9 settembre sarete davvero preparati.

Pronti? Cominciamo con un pezzo forte, in tutti i sensi

– nel Catalogo de La Lettrice vis-à-vis per Festivaletteratura –
Kevin Brooks, BUNKER DIARY (Piemme Edizioni)

Bunker

INDICAZIONI: per quelli che “io non ho bisogno di nessuno”; per chi preferisce le domande alle risposte; per chi si interroga sul significato del tempo; per chi scrive e deve decidere per chi lo faccia

LA MIA LETTURA: Sei stanze, sei letti, sei comodini, sei notes, sei sedie intorno a un tavolo, un bagno, una cucina, un ascensore senza pulsanti, un orologio.
Questo è ciò che trovi intorno a te se sei Linus, sedicenne inglese, e ti svegli in un bunker con il sapore di cloroformio che ti graffia la gola.
Chi ti ci ha portato? Perché? Cosa intende fare di te e di coloro che ti raggiungeranno? Cosa accade al tempo, interno ed esterno, mentre tu conti i secondi? Cosa sei disposto a fare per scappare? Cosa sei disposto a sacrificare?
Un diario dal bunker raccoglie i tuoi interrogativi e li fa miei. Fino all’ultima pagina.

Per saperne di più: http://www.edizpiemme.it/libri/bunker-diary

Mantova… arrivo!

Lettrici, lettori, amici, simpatizzanti, curiosi, dubbiosi (soprattutto voi, sì), dal 9 al 13 settembre La Lettrice vis-à-vis vi aspetta nuovamente a Mantova, per Festivaletteratura 2015

Un carretto pieno di libri nuovi e ricchi, pagine scritte dagli autori ospiti al Festival e catalogate per aiutarmi a trovare la pagina giusta per la persona giusta.

Ancora non lo immaginate, ma fra le righe di una memoria, tra le sillabe scarne di una poesia, nella descrizione di un’isola o nel tratteggio del paesaggio dell’aria, nel fiato sospeso dell’assassino e tra i singulti della risata di quel ragazzino… in questo e in molto altro si custodisce uno sguardo prezioso sui pensieri che vi attraversano. Dovete solo fermarvi a fare due chiacchiere con me, permettermi di ascoltarvi e fidarvi: io e i miei libri abbiamo da offrirvi il punto di vista che vi mancava.

Mettetevi in fila con pazienza. Io vi aspetto! Il programma completo lo trovate qui: http://www.festivaletteratura.it/ Luoghi e orari della Lettrice vis-à-vis in un prossimo aggiornamento

Bartlebee Vis-à-Vis in azione

Qualche immagine che non rende giustizia della campagna (altro che Russia) di diffusione di ottima letteratura e personalissime letture in atto sul versante orientale ligure in queste settimane.
Per seguire appuntamenti e sviluppi, cercate gli aggiornamenti sulle pagine facebook della Lettrice vis-à-vis e di Bartlebee Vis-à-Vis

Con La Lettrice in vacanza? BartleBee Vis-à-Vis!

Siete pronti? Siete in LIGURIA (zona est, Golfo dei Poeti, e affaccio sulla TOSCANA)?

grafica bartlebee vis a vis

da LUNEDÌ 6 a domenica 26 luglio 2015

BARTLEBEE l’ape-Libraia di BARTLEBOOK avrà una guida molto speciale: La Lettrice vis-à-vis!
Lascerò infatti per qualche settimana bici e carretto per salire a bordo della più piccola libreria che potete immaginare. Missione speciale: impollinare con i nostri libri i lettori del Golfo dei Poeti e le vostre vacanze.

BartleBee conterrà una selezione studiata per l’occasione con Alessandro Lana, il libraio di Bartlebook, e mi permetterà di svolgere uno speciale lavoro di consulenza letteraria: decine di volumi studiati e catalogati al fine di individuare la pagina o il romanzo adatto a ciascuno di voi… e i libri da acquistare a portata di mano!

Consigli, ricerche personalizzate, chiacchiere sotto la tettoia e, per chi lo desiderasse, la possibilità di richiedere una vera seduta di consulenza e lettura vis-à-vis, in speciali appuntamenti dedicati.

La Lettrice vis-à-vis riceverà OGNI GIORNO gli ospiti sul suo sgabello: per sapere dove trovarci, seguite il calendario sulla pagina facebook della Lettrice e su quella della Libreria.

Passate parola e venite a scoprire qual è la storia giusta per voi.

Oerol Let me Read you / The Covers

Welcome! Benvenuti!
HERE
the covers of the HUMAN LIBRARY / Oerol 2015.

composit
Browse the covers of the volumes contained in our small collection (the Titles are original artworks of the Authors).
Enjoy, follow the blog for updates and wait until late summer… the entires volumes will be published soon!

Non si giudica un libro dalla copertina? Siete sicuri? Ma li avete visti loro che belli che sono? Dopo l’estate pubblicherò anche le pagine che abbiamo scritto insieme a Terschelling. Seguite il blog per gli aggiornamenti, sfogliate copertine e titoli (di cui essi stessi sono autori) e… BUONA LETTURA!

Oerol Terschelling with the support of In Situ Network

Oerol: LET ME READ YOU!

Artistic residency in Terschelling (ND) for a site specific investigation
with La Lettrice vis-à-vis
12-19 june 2015

Oerol-logo

TALK TO ME

Let’s build together the human library of Oerol Festival 2015

Answer one at a time my curious questions
I am a reader, of books and people

We have the intention that I will come back in Oerol 2016 with a site specific library, and the right page of the right book for all of you!

Your words, my own and those of the books will build the first participatory narration of Terschelling

You will follow here every step of the investigationin the Terschelling’s human landscape during the year

WHAT IS YOUR TITLE?

Residenza artistica con ricerca sul campo, per La Lettrice vis-à-vis.
Si parte per mappare un’isola, il suo incantevole Festival con appuntamenti disseminati fra dune e prati, il suo enorme e curioso pubblico.
L’obiettivo? Catalogare con originali interviste, realizzate a cavallo di una bicicletta ovviamente, pubblico e abitanti. Raccogliere attraverso domande bizzarre una collezione di identità narrate, da incrociare in futuro con la letteratura mondiale. Costruire, nel corso dell’anno, una libreria che risuoni con il paesaggio umano intercettato, catalogarne le pagine e infine tornare per restituire una lettura lunga un anno, con il metodo della Lettrice vis-à-vis.
Seguite questa nuova pedalata sulla pagina dedicata!

La Lettrice vis-à-vis has received a mobility Aid by the IN SITU network, in the frame of the META project. This project has been funded with support from the European Commission (DGEAC Culture program).

La Lettrice al SALONE DEL LIBRO 2015

Due programmi densi e articolati, due progetti arditi e originali: quest’anno, per la nuova edizione del Salone del Libro di Torino la Lettrice vis-à-vis si propone così!

RESPIRI DENTROStorie e pagine di vita per abbattere i muri dell’incomprensione e dell’invisibilità
Libreria La Torre di Abele (Via Pietro Micca 22, To)
Sabato 16, h 18: Pino Roveredo, Monica Murru, Sandro Bonvissuto e Mario Togliani
Domenica 17, h 11: “Ricci, limoni e caffettiere” a cura dell’Associazione Lisda e PIn onlus.
Interviene Donatella Sasso
Mercoledì 20, h 18: “Cattivi”, di Maurizio TORCHIO, (Einaudi).
Si può raccontare un libro in 10 minuti lasciando parlare le sue pagine? Si può raccontare la vita “dentro”, dentro la reclusione, la marginalità, la sopravvivenza, la diversità, trovando il filo rosso delle cose che abbiamo in comune?
Con la Lettrice vis-à-vis questo filo sarà rintracciato tra le pagine, annodato a parole chiave e idee, restituito attraverso la lettura di brevi frammenti di testo.

“LA LETTRICE PER VOLAND
Salone Internazionale del Libro di Torino (Lingotto Fiere, Stand D80-F81, Pad.1)
Domenica 17, ore 15.30 e 17.30
La Lettrice vis-à-vis vi porterà nell’atmosfera inquietante di un mondo in disfacimento, divorato da se stesso, nel “Terrarium” di Giorgio Manacorda.
Ascolterete i “Criminali” di Philippe Djian confessarsi, nell’ordinario delitto del sopravvivere.
Apprezzerete la luce vivida che investe le ombre di Bucarest nell'”Abbacinante” romanzo di Mircea Cărtărescu.
E assaporerete tutto questo con l’unica ebrezza degna di tal nome: quella condivisa con una bottiglia di Champagne, “Petronille” e Amélie Nothomb.
Seguiteci: le loro parole sono pronte a diventare vostre con… qualcosa di personale.

Nota: il progetto originale con il quale si propone quest’anno al Salone La Lettrice vis-à-vis si deve in gran parte alla felice intuizione di Rocco Pinto (Libreria Il Ponte sulla Dora) e ai suoi incontri “10 lettori per…”.
Gli incontri nella sua libreria sono stati un’ottima palestra per il perfezionamento della tecnica di mappatura dei testi messo a punto dalla Lettrice, ora in grado di raccontarvi un libro in 10 minuti.
Questa sì che è promozione della lettura!

Sommersa di lavoro!

Mentre si accumulano gli appuntamenti e i libri da “lavorare” in vista del Salone del Libro 2015 (presto notizie!), come vedete sono letteralmente sommersa di lavoro!

Catalogo della Lettrice vi-à-vis per piccoli, dentro o fuori
Catalogo della Lettrice vi-à-vis per piccoli, dentro o fuori

La novità assoluta di un catalogo per piccoli (dentro o fuori che siano) mi riempie di euforia e agitazione, ma grazie ad anni di pratica con la figliola, maneggio i contenuti con una certa competenza.
I piccoli “mostri” che domenica 10 maggio, alla Casa del Quartiere di San Salvario (To), durante Di Giostra in Giostra, esigeranno la pagina giusta per loro non resteranno a fauci asciutte.