Open MIC Open MIX

ieri sera, 5 gennaio 2014
Microfono aperto alle arti
al Magazzino sul Po

open mic

Jam Session improvvisata: 5 minuti a testa per poetare, suonare, cantare, recitare, ballare, fotografare, fare e disfare. Allestita e organizzata da Helen Esther Nevola e Max Ponte, ha visto la routilante partecipazione di questa masnada improbabile:
– Nadia Sponzilli – poesie semiserie
– René Miri (Renato Miritello) – canto per sola voce
– Enrica Merlo – poesia
– Chiara Trevisan – performance teatrale di letture vis a vis
– Angela Crisci (ovvero mamma di Pablo 🙂 ) – poesia
– Pablo e i Neurotrasmettitori – canzone per chitarra
– Helen Nevola / MCRSLC – poesia
– Maria Nicola – letture di Bolaño con traduzione personale
– Carlo Molinaro – poesia
– Clara Vajthó – poesia, illustrazioni
– Eugenio Rodondi – canzone d’autore
– Emilia Capasso – poesia, letture Shelley
– Bruno Rullo – poesia, visual art
– Max Ponte – poesia
– Elena Akatassuan – performance teatrale di stand-up comedy
– Francesco Deiana – sonetti
– Gianvitosvito Prestigiatore – performance di poesia, magia e mistero
– Lorenzo Aprà – fotografia
– Salvo Levato/Arteco – fotografia
– Gepe Cavallero – fotografia
– Domenico Solimeno – fotografia
– Eloisa Giannese – fotografia, pittura, esposizione quadri
– Filippo Miritello (ovvero figlio di René Miri 🙂 ) – illustrazioni/fumetto
– Luca Gandolfo – disegno

La Lettrice vis-à-vis ha portato con sé una valigia leggera, ma densa. Conteneva anche alcuni degli amici che ha incontrato nella serata. Le loro pagine, s’intende.
Carlo Molinaro che che ama con il naso, sa dire “Guarda!” e raccontare cosa sia un poeta e filma tutto, ma proprio tutto.
Arsenio Bravuomo che da novenne ne sa più lui sulle donne che tanti 50enni che mi ronzano attorno, e il suo “piccolo bastardo racconta” la mia infanzia, la vostra, insieme alla sua.
Maria Nicola, che fiera si schernisce (non c’è arte senza ossimoro) di dar voce a chi non è più carne.
Clara Vajthó, che prima o poi convincerò a concedermi una delle sue poesie, e Giacomo Sandron che non ha visto il libro di Alessandra Racca, ma c’era, spuntare nella valigia, come spuntano i pezzi di corpi nelle di lei poesie che amo leggere ad alta voce.

La Lettrice ringrazia Helen Esther Nevola “egomaniaca” organizzatrice, Max Ponte ospite gentile, Gianvitosvito, prestigiatore, illusionista,  volontario volenteroso e tutti coloro che si sono fatti leggere

Maria Nicola legge e traduce live Bolaño

Maria Nicola legge e traduce live Bolaño

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...